Pasta fresca,  Primi piatti

Tortellini tricolore

In onore della festa della Liberazione ho preparato questi gustosissimi tortellini tricolore. Il ripieno è quello classico dei tortellini bolognesi, ma ho fatto la sfoglia in tre colori per dare al piatto un tocco patriottismo!

Ingredienti per la sfoglia

  • 3 x 3 uova
  • 3 x 3 h di farina 0 (io uso la Spadoni blu)
  • 70 gr di spinaci crudi (per la sfoglia verde) e un po’ di olio evo
  • 80/100 gr ca. di barbabietola rossa lessata (per la sfoglia rossa)

Ingredienti per il ripieno

  • 300 gr di lonza
  • 300 gr di mortadella
  • 100 gr di prosciutto crudo macinato finissimo
  • 300 gr di parmigiano reggiano
  • 3 uova
  • noce moscata

Impastare la prima sfoglia con 3 uova e 3 h di farina, formare un panetto e lasciar riposare avvolto nella pellicola.

Per la sfoglia verde, frullare le foglie di spinaci con 300 gr farina, tre uova e un po’ d’olio evo; poi impastare bene, formare un panetto e lasciar riposare avvolto nella pellicola.

Per la sfoglia verde, frullare la farina con una barbabietola rossa lessa e poi impastare bene con le uova, formare un panetto e lasciar riposare avvolto nella pellicola.

Stendere le 3 sfoglie con il matterello fino ad ottenere un velo molto sottile, quasi trasparente.

Per il ripieno, mettere nel mixer la lonza, la mortadella, il prosciutto crudo, il parmigiano, 3 uova e la noce moscata e mixare bene. Sarebbe meglio prepararlo il giorno prima e lasciarlo in frigo almeno una notte, così i sapori si amalgamano meglio.

Tagliare a riquadri la sfoglia aiutandosi con una rotella o, meglio ancora, con un coppa pasta per tortellini.

Farcire con il ripieno e chiudere il tortellino piegando a metà il riquadro di pasta in modo da formare un triangolo, rovesciandone il vertice e avvolgendo la base del triangolo intorno al mignolo per chiuderlo per ottenere la tipica forma ispirata all’ombelico di Venere. I tortellini devono essere piccoli: a Bologna si dice che ce ne debbano stare almeno 7 in un cucchiaio.

Sono ottimi cotti nel brodo di gallina e accompagnati da un buon calice di Sangiovese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial