Dolci da forno

Pinza bolognese

La pinza è un dolce tradizionale bolognese tipico della stagione autunnale. È una frolla croccante normalmente farcita con mostarda bolognese, ma ho voluto provare una variante con la marmellata di castagne e il cacao… non vi dico altro per non rovinarvi la sorpresa!

Ingredienti (per due pinze piccole o una grande)

  • 500 g Farina 0
  • 150 g Zucchero
  • 2 Uova
  • 1 bustina di lievito in polvere per dolci
  •  100 g Burro sciolto (fatto raffreddare)
  •  50 ml Latte
  •  1 bustina di Vanillina
  •  Scorza grattugiata di 1 limone naturale
  •  1 vasetto Mostarda bolognese
  •  q.b. Granella di zucchero (per decorare la superficie)

Variante ripieno:

  • Marmellata di castagne un vasetto piccolo
  • Cacao amaro  4/5 cucchiai
  • Due cucchiai di caffè 
  • Due cucchiai di latte

Preparazione

Fate sciogliere il burro in un pentolino e lasciatelo raffreddare. Nel frattempo versate la farina, lo zucchero, il lievito, la scorza di limone, la vanillina, sulla spianatoia e fate la classica fontana, all’interno della quale inserirete le uova sbattute, il burro sciolto e 3 cucchiai di latte a temperatura ambiente. 



Impastate il tutto fino a quando gli ingredienti saranno ben amalgamati. La consistenza è simile ad una frolla classica; se l’impasto vi sembra asciutto aggiungete un goccio di latte, se vi sembra troppo morbido, un cucchiaio di farina.



Con il mattarello stendete un rettangolo di circa mezzo centimetro di spessore, distribuite la mostarda su tutta la superficie e arrotolate l’impasto. Piegate le due estremità del rotolo verso il basso e rincalzatele, in modo che non esca il ripieno durante la cottura.

Adagiate il dolce su una leccarda rivestita di carta da forno, spennellatelo con poco latte e cospargetelo di granella di zucchero. Cuocetelo (posizionandolo nella parte più bassa del forno) in forno preriscaldato a 180° statico per 30/35 minuti o fino a doratura. Fate raffreddare la pinza completamente prima di servirla.

Perfetta per la colazione o il tè delle cinque, la pinza bolognese è ottima anche tocciata nel vino passito – ottimo il Gewürztraminer Passito Sankt Valentin Comtess – e si conserva fragrante per una settimana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial