Pane e affini

Pinsa romana

Una golosa alternativa alla pizza, la pinsa romana è un piatto che affonda le sue radici nella storia millenaria della sua città, tanto che persino Virgilio nell’Eneide la nomina.

Ingredienti per 4 persone:

  • 650 gr. di farina 350W
  • 30 gr. di farina di riso
  • 20 gr. di farina di soia
  • 500 ml di acqua
  • 3 gr. di lievito madre essiccato oppure di lievito di birra secco
  • 10 gr. di sale
  • 10 gr. di olio evo

Mescolare le farine con il lievito secco. Versare l’acqua e impastare per circa 1’; aggiungere il sale e impastare ancora, aggiungere infine l’olio. Impastare per un totale di 20’ circa.

Lasciare l’impasto fermo per circa 30’, ogni tanto girarlo con la spatola

Mettere il panetto in frigo per almeno 24h; 48h è ancora meglio.

Togliere l’impasto dal frigo e lasciarlo a temperatura ambiente per un paio d’ore, poi formare 4 panetti e lasciarli lievitare per altre 3/4h.

Stendere le pinse, aggiungere il pomodoro (non tanto), un po’ di origano e un filo di olio evo.

Infornare in forno 250° per circa 10/15’, togliere e aggiungere la mozzarella, rimettere in forno fino a quando non si scioglie un po’ la mozzarella, infine aggiungere la farcitura che si preferisce. Infornare ancora per 2/3 minuti e servire calde

Nella foto: cavolo nero passato in padella con cipolla e fette di pancetta.

Ottime accompagnate da una buona birra Blanche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial