Dolci da forno

Angelica

Questa golosissima treccia di pan brioche è così bella e buona che diventerà sicuramente il dolce preferito di tutta la famiglia durante le feste! A me piace con uvetta e scorze d’arancia candita, ma è possibile sostituirle con gocce di cioccolato. La ricetta originale è delle sorelle Simili, dei veri miti per noi bolognesi amanti della cucina!

Ingredienti

Per il lievitino

  • 135 gr di farina di forza W350 o Manitoba
  • 13 gr di lievito di birra
  • 75 gr di acqua

Amalgamare tutti gli ingredienti in una ciotola e lasciare lievitare per 30 minuti

Per l’impasto

  • 400 gr di farina di forza W350 o Manitoba
  • 80 gr di zucchero
  • 120 gr di latte tiepido
  • 3 tuorli d’uovo
  • 1 cucchiaino di sale
  • 120 gr di burro
  • 75 gr di uva sultanina ammollata in acqua o rum
  • 75 gr di scorza d’arancio candita
  • 50 gr di burro fuso

Per la glassa finale 

  • 4 cucchiai di zucchero a velo
  • 1 albume

Preparazione

Mettere la farina in una ciotola e fare la fontana; al centro della fontana versare il latte tiepido, i tuorli, il sale, lo zucchero e amalgamare bene; se necessario aggiungere un po’ di farina (l’impasto deve essere morbido e appiccicoso ma non liquido).

Unire il burro e finire l’impasto battendo fino a quando si steccherà dalle pareti della ciotola. Rovesciare sul tavolo, unire il lievitino e battere finché i due impasti saranno ben amalgamati. Per impastare è possibile utilizzare anche la planetaria.

Rimettere l’impasto in una ciotola unta e far lievitare per 1 ora, fino al raddoppio. 

Rovesciare l’impasto sul tavolo infarinato e stenderlo formando un rettangolo di 2 mm di spessore, senza lavorarlo altrimenti si indurisce.

Pennellare abbondantemente con il burro fuso, cospargere di uvetta fatta ammollare e asciugata bene e scorze di arancia candita tritate.

Arrotolare l’impasto dal lato più lungo. Tagliare il rotolo ottenuto a metà per il lungo con un coltello affilato, infarinandolo perché non si appiccichi. 

Separare delicatamente i due pezzi, girarli tenendo il lato tagliato verso di voi e formare una treccia facendo in modo che la parte tagliata rimanga il più possibile all’esterno. Mettere su una teglia da forno e chiudere a ciambella.

Pennellare con burro fuso e fare lievitare 30-40 minuti coperta a campana (deve quasi raddoppiare).

Cuocere in forno a 200 gradi per 20-25 minuti.

Nel frattempo, diluire lo zucchero a velo con l’albume fino ad avere una glassa semi densa.  Appena l’Angelica esce dal forno, pennellare la superficie con la glassa e lasciarla asciugare. Volendo si può mettere 30 secondi in forno ad asciugare.

L’Angelica è ottima accompagnata da un buon calice di prosecco rosé come Pavana Rosé Brut di cantine Colesel.

Se preferisci provare prima a preparare un pan brioche più semplice, ecco la ricetta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial